L’ Artista

Raimondo Rossi nasce ad Urbania nel 1939 e comincia il suo apprendistato artistico negli ambienti artigiani delle vecchie botteghe ceramiche locali eredi della gloriosa tradizione durantina. Contemporaneamente, frequenta l’università di Urbino dove si laurea in lettere con una tesi su Montaigne. Nella seconda metà degli anni ’60 acquisisce i rudimenti dell’arte incisoria che dovranno poi condurlo, negli anni ’90, a realizzare alcune delle puntesecche più convincenti di quegli anni, dove il nero delle barbe non serve a sottolineare espressionisticamente i difetti dei personaggi o le asperità dei paesaggi, ma ad evidenziare, con carezze sensuali, le dolcezze degli uni e degli altri. In ceramica come in pittura, la sua opera risente del clima informale che dominava ancora l’arte italiana in quegli anni senza però lasciarsene coinvolgere più di tanto. E’ singolare notare nei suoi primi “angeli” le vicinanze formali con le ceramiche di Lucio Fontana.

Non poco influirà su di lui il clima artistico urbinate e il fermento culturale della prestigiosa Scuola del Libro. In Urbania diventa allievo dell’artista ceramista Federico Melis che dirige la fabbrica Metauro. Le sue prime ceramiche del 1958 sono esposte nel 1967 nella Galleria Montefeltro di Urbania. Studia musica, pratica pianoforte e organo, pubblica numerose ricerche sugli organi antichi della valle del Metauro. Collabora con l’editore Brenno Bucciarelli esponendo i disegni sull’inaugurazione del pontificato di Giovanni Paolo II, in Roma, nella Saletta della Libreria Editrice Vaticana, in piazza San Pietro, e nel 1984 disegna i testi biblici per il Messalino domenicale, edito dalla Libreria Editrice Vaticana. Arrigo Bugiani di Pisa lo chiama collaborare nei Libretti di Mal’Aria, da cui trarrà ispirazione per la sua minirivista Prima del Vischio (1981/2009, 26 plaquettes, Stamperia GF di Urbino). Collabora con l’editore d’arte Fabrizio Mugnaini di Scandicci.

Ha partecipato con una ceramica policroma, Angelo, alla Mostra d’arte sacra “Chi cercate?” di Senigallia, 1989. Sue opere sono state donate alla Calcografia Nacional Real Accademia di San Fernandez di Spagna e alla Fondazione Il Pellicano di Trasanni di Urbino. Ha tenuto mostre a Wolfsburg (1982), Klagenfurt (1995 e 1997), Digione (1998). Amico di poeti e scrittori collabora in molte edizioni d’arte (L’Astrogallo, Bucciarelli, Edizioni La Pergola). Nel luglio del 2004 ha tenuto una mostra di ceramica, Angeli in rassegna (2000-2004), nell’ambito della XXIV Mostra Mercato Nazionale d’Antiquariato di Pennabilli, a cura di Gastone Mosci e Gianfranco Giannini; nell’agosto 2004, Interpretazioni di Rembrandt, a cura di Raffaele Mazzoli, nell’ambito delle Conversazioni di Palazzo Petrangolini di Urbino; novembre 2005, mostra personale, Dal disegno alla pittura, presso il Centro Svizzero di Milano, a cura di Gaetano e Zoe Fermani. Per il Natale 2007 ha portato le sue ceramiche in mostra a Ripatransone, presentato da Gastone Mosci e Mario Narducci. I grandi piatti decorati per il Premio Nazionale di Cultura Frontino Montefeltro a: 1997 Vittorio Livi; 1998 Glauco Mauri; 1999 Gastone Bertozzini; 2000 Gianfranco Mariotti; 2001 Carlo Bo per i 90 anni e Teresa Federici; 2002 Umberto Paolucci; 2003 Eliseo Mattiacci; 2004 Elvino e Walter Scavolini; 2005 Oscar Piattella; 2006 Teresa Petrangolini; 2007 Ritz Ortolani. 2008 Antonio Vitale.

Raimondo Rossi tiene noltreuna rivista settimanale ne “Il Nuovo Amico” delle diocesi di Urbania, Fano e Pesaro dal titolo “Quasi un diario”. Collabora con la rivista di cultura letteraria “Ut” di San Benedetto del Tronto.

Curriculum d’artista

1955
Prime esperienze nella bottega Ceramica Metauro diretta da Federico Melis.

1959
Disegno a china per la sovracoperta del libro di poesie I lenti aquiloni di Costante Zoni, ed. Quadrivio, Lanciano 1959.

1961
Linoleum per la sovracoperta del libro di poesie L’allegorica estate di Mario Visani, Lanciano 1961.

1966
Mostra d’arte collettiva, a cura del Centro Turistico Giovanile di Urbania, Sala Montefeltro del Palazzo Ducale.

1966
Mostra d’arte collettiva nella Casa d’Italia presso il Consolato di San Gallo, Svizzera e nel Principato del Lichtenstein, a cura del Comune di Urbania.

1968
Mostra d’arte personale, Sala Montefeltro di Urbania. Presentazione di Corrado Leonardi, 24 XII 1967- 6 I 1968.

1971
Undici disegni per il testo di poesie per il libro Senza cauzione né ritorno di Costante Zoni, Tipografia Stibu, Urbania, 1971.

1976
Mostra di Incisioni all’acquaforte, con presentazione di Marisa Zoni, Saletta Rossini, Pesaro, agosto 1976.

1976
Partecipazione alla Rassegna G.B. Salvi di Sassoferrato per la sezione di grafica.

1976
Mostra di acquarelli Studi per un paesaggio. Catalogo a firma di C. Leonardi.

1976
Serigrafia per il manifesto del convegno Cultura e futuro politico a cura del Gruppo di Presenza Culturale delle Marche, Urbania.

1977
Collettiva di beneficenza, Casa di Raffaello, Urbino.

1977
Serigrafia per il manifesto del convegno I centri storici, a cura della Pro loco Casteldurante, Urbania.

1979
Cinque disegni e cinque acqueforti per il volume di poesie Marche poeti oggi, a cura di Alfredo Luzi e R. Ventola.

1979
Disegno per la copertina del libro di poesie I fior di camp, a cura del Gruppo dialettale urbinate, Stibu Urbania.

1979
Mostra della cartella di incisioni Papa Wojtila in Polonia , Rocca Albornoz. Urbino, giugno 1979.

1979
Mostra di disegni Inaugurazione del pontificato di Giovanni Paolo II, Saletta della Libreria Editrice Vaticana, Piazza San Pietro, Città del Vaticano, a cura di Brenno Bucciarelli.

1979
Disegno per la copertina del libro di poesie I tempi finiti, di Costante Zoni, Urbania.

1979
Disegno per la copertina del libro Dentro la linea gotica  di G. Babini, Sestino (AR).

1979
Serigrafia per il manifesto del convegno La Resistenza dei cattolici sulla linea gotica, Sestino (AR).

1980
Lettere sulla cultura, cartella con un’acquaforte, edita dalla Cassa di Risparmio di Fano (PU).

1981
Disegno per Gli auguri natalizi, di R. Bianchi, edizione del foglio quartino di “Prima del vischio”, Urbania.

1981
Mostra personale di pittura nella Galleria Puccini di Ancona, a cura dell’Istituto di Scienze e Lettere Marchigiano.

1981
Il pulpito di Magister Rainerius della cattedrale di Fano. Acquaforte per la cartella con scritti di A. Deli, G.Mosci. Edizione di Radio Esmeralda Fano.

Incisione per la ristampa di Letteratura come vita di C. Bo, a cura del Circolo San Bernardino di Urbino.

1982
Dedicato a Giordano Perelli, disegno con una poesia di M. Ferri. Edizione di “Prima del vischio”, Urbania.

1982
Due disegni per Un soffio dalle colline, con due poesie di Augusta Conti. Ed. “Prima del vischio”. Stamperia Stibu, Urbania.

1982
Mostra di incisioni a Wolfsburg. Catalogo con presentazione di V. Volpini.

1982
Mostra di ceramiche a Pennabilli in occasione della II Mostra dell’antiquariato.

1982
Acquaforte per il libretto di poesie Aspettandoti. Pensieri per Bruna. Urbino, 1982.

1982
Disegni nel testo e un’acquaforte per Una via all’amore, poesie di M. Teresa di Calcutta. Ed. B. Bucciarelli, Ancona, by Libreria Editrice Vaticana, Roma 1982.

1983
Mostra d’arte sacra contemporanea, collettiva. Chiostro della chiesa di S. Francesco, Urbania.

1983
Un disegno per La nascita del dio Vahang, in: “I libretti di Mal’aria” di Arrigo Bugiani, Pisa 1983.

1983
Due acqueforti per Il Vangelo secondo gli amici, di L. Santucci, ed. Bucciarelli, Roma 1983 (ediz. privata).

1983
Centenario di Raffaello, 1483-1983, acquaforte per il Club Amici della Langa, Cuneo.

1984
Disegni per Il Messalino festivo, a cura di B. Bucciarelli, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 1984.

1984
Disegno di copertina per Cammino di riconciliazione, del vescovo D. Bianchi, Stibu Urbania 1984.

1984
Via Crucis, 14 stazioni in ceramica maiolicata per la chiesa parrocchiale di San Silvestro in Iscleto, Fermignano (PS).

1984
Eva nacque d’uomo, tre disegni per  “I Libretti di mal’aria”, Bugiani, Pisa.

1984
Semplicette farfalle, due disegni per  “I libretti di mal’aria”, Bugiani, Pisa.

1984
Il volto dell’ uomo, mostra personale.  Acqualagna, Chiesa del Sacramento.

1984
Il Barco ducale, incisione per la serie “Bellezze di Urbania”, a cura della Pro Loco Casteldurante di Urbania.

1985
40 Artisti per il Presepe, collettiva. Pinacoteca Civica Palazzo Bonomi. Ripatransone (AP) Cat. Maroni.

1985
Disegno per la copertina di G. D’Arezzo, Rime a cura di N. Bonifazi, AGE Urbino.

1985
Illustrazioni nel testo Misticanza marchigiana di M. Conti, Urbania.

1985
Illustrazioni per Il libro del cavolo di A. Valentini, Fano.

1985
Disegno per il Libretto di mal’aria Dell’inno acatisto , a cura di A. Bugiani. Pisa.

1985
Acquerello per Carme Secolare di Leone XIII, Roma 1901, ed. F. Pustet, a cura di B. Bucciarelli.

1986
Mostra di pittura per il Mese della pace ACLI, Centro Universitario Urbino, gennaio-febbraio. Catalogo con scritti di C. Leonardi e G. Mosci.

1986
Mostra di pittura per gli Incontri Sestinati, Biblioteca Comunale, Sestino (AR).

1986
Incisione La Biblioteca Comunale, cartella della serie Bellezze di Urbania, a cura della pro Loco Casteldurante. Urbania 1986.

1986
Mostra collettiva d’arte, Rocca Ubaldinesca, Sassocorvaro (Brindisi, Fantini, Bardeggia, Baldacci, Fontanoni, Rossi, Salucci).

1986
Due ceramiche in dono al Museo alternativo di Remo Brindisi. Lido di Spina (FE).

1986
Donazione di un bassorilievo Angelo in ceramica al Circolo Acli, Centro Universitario, Urbino.

1987
Mostra di grafica. Acqueforti 1969-1987. Milano, Biblioteca Sormani. Catalogo con presentazione di V. Volpini.

1987
Quattro acqueforti Il Santuario ritrovato, Lonigo (VI).

1987
Incisione a bulino per il catalogo delle Edizioni dell’Astrogallo, a dieci anni dalla scomparsa del suo fondatore Carlo Antognini (1937-1977).

1987
Incisione Ester per 80 Artisti per la Bibbia, Ed. B. Bucciarelli, Urbino, 1987.

1987
Disegno per la copertina di Tempo di missione, di D. Bianchi, Urbania 1987.

1987
Incisione La cantina del Palazzo Ducale, per la cartella della serie Bellezze di Urbania, a cura della Pro Loco Casteldurante. Urbania. Presentazione di C. Leonardi.

1987
Illustrazioni nel testo per Caminho para o amor di Madre Teresa di Calcutta. Edicoes Loyola by Libreria Vaticana, S. Paolo Brasil, 1987.

1988
Ex libris per il Concorso Internazionale ex libristico Gabriele d’Annunzio, 50° anniversario 1938-1988, Catalogo pag. 158.

1988
Incisone I miei libri, acquaforte e  acquatinta inserita nella l’invito di : Testimonianze d’arte e filosofia, due riviste: Il nuovo Leopardi e Hermeneutica. Un reprint: Valbona. Giardini della Rocca Expo, Comune di Senigallia .

1988
Incisione per la cartella L’angelo necessario. Testo di L. Dania e una poesia di W. Stevens, a cura della Coperativa Confronto e rinnovamento di Campofilone, VII Mostra Nazionale di Immagini sacre, 1988.

1988
Incisione L’Angelo custode, cartella con una poesia di R. Browning. Cop. Confronto e rinnovamento, Campofilone.

1988
Disegno per la copertina di C’era la madre di Gesù di D. Bianchi. Urbania.

1988
Disegno a china Il Risorto per la rivista Popoli e Missioni (II, 4, ‘88).

1989
Illustrazioni per la rubrica del teologo Bruno Maggioni in Popoli e missioni: 1989 anno II, 17; III,12; XI,12; XI, 13.

1989
Premio Marche 1989, Biennale d’arte contemporanea. Mostra Regionale, Palazzo degli Anziani. Catalogo, p. 210.

1989
Mostra di ceramica Gli Angeli ACLI Centro Universitario Urbino. Catalogo Gli angeli di Raimondo Rossi. Testo di V. Volpini. Ed Quattroventi Urbino. Collana Il nuovo Leopardi.

1989
Mariano Apa, Raimondo Rossi a Urbino. In Rocca, Pro Civitate Christiana, Assisi, 1 aprile 1989, p. 58.

1989
Ceramica per il X Congresso Eucaristico Regionale. Senigallia. Catalogo Chi cercate? A cura di V. Volpini. Fortuna Offset, Fano, aprile 1989.

1989
Rassegna d’Arte “G. B. Salvi e Piccola Europa. Sezione ceramica.

1989
Collettiva d’arte sacra. Santuario del Beato Sante. Montebaroccio (PS).

1989
La donna dono per la vita, del vescovo D. Bianchi. Disegno di copertina. Urbania.

1990
Vocazione e missione, di D. Bianchi. Disegno per la copertina. Urbania

1990
Cronovideografie. Pesaro tra provincia e mondo. 1945-1980. A cura del Comune di Pesaro e della Cassa di Risparmio. Pesaro. (Scheda di G. Cucco, p. 443).

1990
Personale di ceramica, Senigallia, Expo-Ex, Rocca Roveresca, a cura del Comune di Senigallia. Presentazione di Franco Brinati.

1991
San Pietro, statua in terracotta per la chiesa di Monte San Pietro, Muraglione, frazione di Urbania. (in: G. Fermani-R.Rossi, Monte San Pietro, memorie storiche, Stibu, Urbania 1991).

1991
Il boschertto, incisione per la cartella del premio di poesia “Spiaggia di velluto”. Testo di Luigi Dania.

1991
Collettiva “Forma e colori”, Galleria Transarte, Cupramarittima, 1992.

1992
Collettiva di incisori. Galleria New Art, San Benedetto del Tronto (AP). Catalogo: L. Dania, L’incisione italiana del XX secolo, San Benedetto del Tronto 1992.

1992
Disegno di copertina per il volume di D. Bianchi, Fate quello che mio Figlio vi idice,  Stibu Urbania, 1992.

1992
Mostra personale, Chiesa di Sant’Arcangelo, Fano (PS).

1993
Disegno di copertina per J.J. Vunengurg, Le rencontre des imaginaires entre Europe et Amerique, Paris 1993.

1993
Disegno di copertina per G. Belpassi, Le muse, Sant’Angelo in Vado 1993.

1993
In mostra con le edizioni Bucciarelli a New York, The Museum of Modern Art. Catalogo: The artist and the book in tuentieth Century, Italy, 1992-1993.

1993
Donazione di quattro opere in ceramica alla sezione del Museo Diocesano di Urbania.

1993
Milan Art Center, Artisti di tutto il mondo per la linea infinita di Piero Manzoni, partecipazione con un’opera alla mostra a cura di P. Barile e R. Maggi.

1993
S. Elpidio a Mare (AP), L’incisione nelle Marche, calcografia e xilografia, 1900-1993. Catalogo a cura di Luigi Dania, Domenico Pupilli, Vitaliano Angelini.

1993
Il libro d’arte nelle Marche, artisti e editori 1904-1995, Fermo (AP), a cura del Comune di Fermo. Saggio introduttivo di L. Dania.

1994
M. De Rachelviltz, Riflessione. Pontedera (PI), 1994; a cura di F. Mugnaini. Incisione per la plaquette.

1994
Incisione per Insetti, plaquette a cura di F. Mugnaini, Pontedera.

1994
Disegno per I fogli del geranio, testo di L.M. Marchetti, Pagine di un falso diario, n. 36, Novara, a cura di F. Sarri.

1955
Mostra di ceramica, a cura del Circolo Culturale, del Clan Verdurin. Presentazione di Fabio Ciceroni. S. Pietro di Feletto (TV),

1995
10 ceramiche, Palazzo del Bargello. Pennabilli (PS). Catalogo: S. Cuppini, Se Rouault avesse dipinto gli angeli, Villa Verucchio (FO).

1995
Mostra personale a Klagenfurt (Austria). Kleine Galerie im Stadthause, Presentazione di A. Komposch.

1995
Collettiva Omaggio a Turcato, S. Pietro di Feletto (TV). Presentazione di E. Sanese.

1995
In chartis. Il libro d’arte nelle Marche 1904-1995. Artisti – Editori. Fabriano, Museo della carta e della filigrana.

1996
Acquaforte per la cartella n. 2 Gli artisti del Sestante. Senigallia. Testo critico di Fabio Ciceroni: Rossi, segno e mistero.

1996
Tre età di Evelina, cartella con tre poesie di E. De Signoribus e due incisioni di S. Pazzi e due di R. Rossi (30 esemplari). Grafiche Fioroni. Civitanova Marche (MC).

1996
Madre e figlio, ceramica in bassorilievo smaltato, cm 150 x 240, Fondazione “Il Pellicano”, Trasanni di Urbino: Catalogo: Spazi ritrovati, a cura di B. Ceci.

1996
Le donne nel Vangelo, III Biennale Nazionale d’Arte sacra, ceramica. Catalogo a cura di L. del Gobbo e L. Strozzieri.

1996
Artisti per la Croce Rossa, Chiesa di S. Maria Piccinina, Fermo (MC), olio 40×40.

1996
De ovis struthionis pictis, catalogo a cura di L. Dania. Palazzo dei Priori, Fermo.

1996
XLVI Rassegna d’Arte G. B. Salvi, Piccola Europa, Palazzo Oliva, Sassoferrato.

1996
xxvi Mezinarodni Kongres, Ex libris, F.I.S.A.E. Chrudim 28.VIII- 1. IX 1996 Pod Zastitiou Prezidenta Ceske Republiki Vaclava Havla.  Ex libris per Vincenzo Feligiotii n. 387, C 4 mm. 95×80, p. 202.

1996
Ariette occidentali, poesie di E. De Signoribus, incisione. Casette d’Ete (AP). Grafiche Fioroni.

1997
Omaggio a Rubens, acquaforte mm. 500 x 350. Palazzo Sinibaldi, S. Elpidio a Mare. Catalogo L’opera e la matrice. Testi di D. Pupilli, a cura di S. Pazzi e R. Piccardoni. Cat. Grafiche Fioroni.

1997
Volto marmoreo, acquaforte mm. 88×91, per la plaquette Pulchra sicut luna  di E. De Signoribus, a cura di F. Mugnaini, Scandicci (FI).

1997
Personale di dipinti e ceramiche, Klagenfurt, Kartner Landes und Hypothekenbank, Domgasse, 5. 9020, 22 settembre – 3 ottobre 1977.

1998
Una incisione a puntasecca per  la plaquette con due liriche inedite di Giovanni Zamponi, a cura di GE Arte, Chiaravalle (AN), Agosto 1988.

1999
Mostra di incisioni nel Chiostro della Basilica di S. Paterniano di Fano, a cura del Comune di Fano in collaborazione con l’Istituto Marchigiano di Studi Organari di Urbania. Giugno 1999.

2000
Mostra plaquettes artistiche di Fabrizio Mugnaini a Casa Moretti, in Cesenatico (FO). Giugno 2000.

2000
Collettiva Non più schiavo ma fratello Fondazione Il Pellicano, Trasanni di Urbino (PU). Catalogo con testi di C. Bo, F. Marinelli, S. Garofalo L. Del Gobbo, G. Mosci, G. Bruscoli, E. Guidi, E. Feduzi. STIBU Urbania, Luglio 2000.

2000
Battesimo di Gesù, (tempera).  Pala per l’altare della cappella di S. Giovanni Battista di S. Donato, Sestino (AR). Inaugurazione a cura del Comune di Sestino: 26 settembre 2000. Catalogo: La Via Romea dell’arte contemporanea, a cura di Domenico Montalto, Comune di Sestino e Badia. Tedalda, Arezzo, settembre 2000. Edizioni Aretè.

2000
Grabadores Italianos Contemporàneos, Muestra de Actividad Artistica en la tradicion de Urbino y de Las Marcas, Zaragoza, del 6 de octobre al 5 de noviembre de 2000.

2000
L’orto tipografico: quaranta plaquettes +4
curate da Fabrizio Mugnaini, Biblioteca Comunale, Palazzo Sormani, Milano 19 X – 11 X 2000.

2001-12-19
Corrado Leonardi, La serva di Dio Sr. Maria Francesca Ticchi – I cartoni di Raimondo Rossi. Ist. Cult. Dioc. Urbania. Monografie. Istituto culturale e sociale arcidiocesano di Urbania. Grafica Vadese. Sant’Angelo in Vado 2001. Stampato in mille copie.

2002
Il riposo nella fuga in Egitto dal Barocci, Suggestioni pittoriche di Raimondo Rossi. Piobbico, Oratorio San Carlo, Palazzo Brancaleoni, sabato 16 marzo – 7 aprile. 20 dipinti su tela e su tavola a olio.

2002
Picassiana, acquaforte per la rivista La luna “Pensiero 24”, a corredo delle poesie “Arcipelaghi” di Arnaldo Ederle. Rivista diretta da Eugenio De Signoribus. Grafiche Fioroni. Civitanova Marche.

2002
Disegno per la copertina della rivista  “Prima del vischio” con testo di Nando Cecini: Urbania, un’arcadia ritrovata con Vernon Lee.  300 copie stampate presso la Grafica Valdese di Sant’Angelo in Vado.  Giugno 2002.

2002
Angeli sul castello, mostra di scultura e ceramica. Pietrarubbia, Sala del Castello 23 dicembre 2002 – 6 gennaio 2003. Testo critico di Corrado Leonardi. Cura del Comune di Sestino.

2003-03-31
ZELIG – Laboratori con Maestri contemporanei. 14 marzo 2003. MUSEO CIVICO ARTE MODERNA. Comune di Senigallia. Raimondo Rossi, scultore e incisore, coadiuvato da Orazio Bindelli, tecnico della ceramica.

2003
CALCOGRAFIA NACIONAL REAL ACADEMIA DE BELLAS ARTES DE SAN FERNANDO.
Donazione di opere di arte grafica.
Alcada, 13. 28014 Madrid. Email: calcografia@calcografianacional.com

2003-08-12
RAIMONDO ROSSI, Il boschetto, stampatore Andrea Sanchini, Casinina, (PU), acquaf. 1992, Urbania, per “La Fenice” di Senigallia, è presente al Centro Culturale “Le Cappuccine” Gabin. Stam. Ant. E Mod. di Bagnacavallo.

2003-08-12
La donazione di alcune acqueforti al Liceo Scientifico “Marconi” di Pesaro in mostra permanente; inaugurazione in autunno con catalogo.

2003-08-12
Fusione in bronzo del tondo commemorativo per Mons. Pasquale Grini, parroco di Urbania dal 1970 al  (diam. cm. 30). Collocazione nella Sala dell’Oratorio “S. Domenico Savio” di Urbania, 10 Ottobre 2003.

2003-08-12
Tondo in bassorilievo di terracotta per Mons. Domenico Bartolomei (1878 – 1938) di cui è in corso la causa di beatificazione. (Diam. cm. 30).

2003
Cento acquerelli per le nozze della figlia Corinna con Claudio Zolfanelli (cm.

2003
Cento angioletti a tutto tondo in maiolica per la nascita del primo nipote Leonardo Zolfanelli (c.15×15)

2004
Donazione di un Presepe (ceramica) al Museo di ceramica nel castello di Pietrarubbia.

2004
ANGELI IN RASSEGNA
Mostra , ceramica 2000-2004
Pennabilli, Palazzo del Comune vecchio
2-25 luglio.

2004
INTERPRETAZIONI DI REMBRANDT
Mostra, ceramica
Urbino, Galleria Circolo Universitario
1-31 agosto.

2004-09-30
SERIGRAFIA dal titolo “Autunno” (20 colori – Studio 3 – Urbino, 60 copie) per il manifesto del Convegno di Filosofia “Quale metafisica” indetto dall’Istituto di Scienze Religiose dell’Università di
Urbino.

2005, 10-17 novembre
Mostra antologica a Milano Centro svizzero, via Palestro, 2. Dal disegno alla pittura. Catalogo Grafica Vadese. (pp. 24)

2007
Mostra di ceramiche a Ripatransone. R. Rossi, Un umanesimo gioioso. Testi di V. Volpini, G. Mosci, M. Narducci. Catalogo. (22 dicembre ,2007 – 20 gennaio 2008).

2008, 8 marzo
Prima del vischio. Mariarita Stefanini, Tempo che sarai. Una prosa diGastone Mosci
160 copie di cui 100 con un0acquaforte di Raimondo Rossi

Scultura e Poesia ANGELI bronzi e cere di R. ROSSI Grafica Vadese 2009*oesie di : Marisa Zoni, Giulia Incisa, Maria Lenti, Maria Grazia Maiorino, Germana Duca Ruggeri, Maria Rita Stefanini, Franca Man cinelli. Testi critici di: G. Mosci, M. Narducci, G. Frani, F. Ciceroni, S. Cuppini, L. Dania, V. Volpini.

MARCANTONI ARTE CONTEMPORANEA
L’incisione nelle Marche / Dagli anni 30 ai nostri giorni.
PARTEIPAZIONE.
COMUNE DI PIOBBICO

IL CASTELLO BRANCALEONI
Acquaforte
di Raimondo Rossi
Testo da stampare sulla velina
ROSSI: SOGNO E MISTERO

A definire Raimondo Rossi non basterà la tecnica – pur in lui raffinatissima – d’incisore; e neppure, per altro verso, il ricorso al personaggio.
L’idea ch’egli incarna, nell’arte come nella vita così totalmente partecipata, è quella di persona. Semplicemente e preziosamente.
L’integra pienezza della sua umanità gli ha permesso di trarre succhi dalla sua terra, che ha acconsentito a farseli trafugare.
E lui li ha raccolti con la delicata attitudine che si deve al mistero, così come le linfe terrene sono potute fiorire in cielo grazie alla naturale vocazione, ch’egli ha estrema, a metamorfosare le cose in idee. A slontanare gli oggetti dei sensi per renderli alla loro essenza spirituale.
E chissà che, nell’avvertito processo di deprivazione d’ogni scoria, anche Raimondo non subisca una trascolorazione angelica in umano sembiante?
A ripercorrere trepidi la sua linea sinuosa e nitida da cui inspiegabilmente traspaiono immagini desiderate e sfuggenti, torna adeguato quel passo dal Cielo della luna (ove si allunga ancora l’ombra…):
Quali per vetri trasparenti e tersi,
o ver per acque nitide e tranquille,

tornan de’ nostri visi le postille…

Dall’acquerello all’acquaforte, è un susseguirsi inquieto e sereno di specchiati sembianti che l’acido insegue nella sua insinuante ricerca, che il colore adombra per far poi affiorare in segna di puro nitore. La scuola, ogni scuola, la pur limpida lezione della classicità urbinate è così profondamente sedimentata da apparire paradossalmente elusa da una compiuta liberazione interpretativa.
La fresca purità della luce crea un clima di sospesa contemplazione, d’incantata meraviglia per l’essere che sta dietro il mondo e che la fenomenologia del mondo non riesce a disperdere. In fine questo ingenuo roussoniano risalente come i suoi angeli su per i più alti meandri del Metauro, ottiene il miracolo di una perpetua riflessione sul sogno e sulla pena di vivere: come se avesse imparato a farlo senza gli strumenti soliti all’arte. E si servisse ormai soltanto della forza tranquilla del suo cuore.
Fabio Ciceroni.